Feeds:
Articoli
Commenti

In diritto l’elettorato attivo è la capacità giuridica e la legittimazione ad esprimere, in genere tramite il proprio voto o comunque dichiarando in qualche modo la propria scelta, la preferenza per un candidato nell’elezione a cariche in genere pubbliche. Coincide in genere con il possesso del diritto di voto ed è la base per la formazione delle liste elettorali (intese come elenchi degli elettori).
[…]
In diritto, l’elettorato passivo è la capacità giuridica a ricoprire cariche elettive.

da Wikipedia

Allora nessuno priva i cittadini del diritto di voto, si impedisce, in base a leggi e regole vigenti, che alcuni possano godere dell’elettorato passivo per errori da loro compiuti nella presentazione della lista. Non vedo dove sta il problema se non la volontà di prevaricazione e una smodata ed incontenibile bramosia di poltrone.

Un elettore di destra dovrebbe riflettere su dei rappresentanti così scopertamente attaccati alla poltrona e tirare le ovvie conseguenze. Cercarsi dei rappresentanti migliori.

Annunci

Alexandre Koyré scriveva nel 1943 che, nei paesi totalitari, la massa «crede a tutto ciò che le si dice. Purché glielo si dica con insistenza, purché si lusinghino le sue passioni, i suoi odi, le sue parole. È dunque inutile cercare di restare al di qua dei limiti del verosimile: al contrario, più si mente grossolanamente, massicciamente e crudamente, meglio si sarà creduti e seguiti. Egualmente inutile è cercare di evitare la contraddizione: la massa non la noterà nemmeno» (Riflessioni sulla menzogna politica, 1994, p. 39)

[…] Il punto non è rispettare lintima convinzione dei politici, ma avere leggi che rispettino la libertà di agire di ciascuno di noi davanti alle decisioni importanti della vita. (Stefano Rodotà in, Eleonora Martini, Politici, liberateci dalla vostra coscienza, Il Manifesto, di Sabato 5 gennaio 2008, p. 7.)

[…] TU CHIAMALE SE VUOI PRESCRIZIONI
La prescrizione non è un’assoluzione, ma un proscioglimento tecnico per motivi solamente procedurali: l’avvocato inglese David Mills, dunque, è colpevole di essersi fatto corrompere con 600 mila dollari per favorire l’imputato Berlusconi in due processi (tangenti alla Guardia di Finanza; fondi neri Fininvest – All Iberian), ma non può più essere punito, perché ha incassato la tangente più di dieci anni fa. Della condanna di primo grado, che era stata confermata anche in appello, resta valido solo il risarcimento civilistico del danno morale (che non cade in prescrizione): Mills dovrà versare 250 mila euro allo Stato italiano, che per legge, paradossalmente, è rappresentato nel processo dalla presidenza del consiglio dei ministri.

[…]
IL GRAN PRESCRITTO
Con analoghe dichiarazioni di prescrizione si erano chiusi altri importanti processi aperti a Milano in questi anni a carico di Berlusconi, tra cui spiccano i falsi in bilancio della Fininvest per circa un miliardo di euro (conti esteri della rete All Iberian), i finanziamenti illeciti per 21 miliardi di lire a Bettino Craxi in Svizzera, la corruzione del giudice romano Vittorio Metta attraverso l’avvocato Cesare Previti per conquistare la Mondadori.

da L’Espresso 25 febbraio 2010

Per non sprecare il cibo Renato Brunetta mangia «gli yogurt scaduti da poco quando sono in frigorifero. Me lo ha insegnato la mia mamma….». È quanto ha spiegato lo stesso ministro dell’Innovazione e della Pubblica Amministrazione durante la conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi che ha approvato il nuovo Codice dellAmministrazione Digitale (Cad).da il corrieredellasera.it

Ho sempre pensato che non fosse del tutto a posto. Non gli è mai venuto in mente che basta acquistarne nella giusta quantità?

come smaltire Obama

Bertolaso.
Non si tratta di sapere se ha o non ha commesso reati per questo c’è la magistratura.

Essendo il capo non ha saputo prevenire atti di corruzione ed è per questo che deve dimettersi.

Come tutti gli altri nelle sue stesse condizioni

——————————–

Un conto sono terremoti e frane ed eventi similari in cui deve intervenire la protezione civile altro sono eventi previsti del tipo G8 ed altri similari che NON devono essere di pertinenza della Protezione Civile.

Velo integrale in pubblico, Parigi pensa al divieto da il corrieredella sera.it

Non appartengono alla nostra storia, alla nostra cultura, in senso antropologico, per cui non vedo per quale motivo permetterlo nei luoghi pubblici.
Sull’integrazione dice Amartya Sen parlando dell’educazione “Aggiungere altre scuole confessionali [parla dell’idea “delle autorità del Regno Unito di procedere sulla decisione dell’estensione delle scuole confessionali finanziate dallo Stato”] finanziate dallo Stato – scuole islamiche, scuole induistiche e scuole sikh oltre alle preesistenti scuole cristiane -, invece di ridurre quelle già esistenti, rischia di sminuire il ruolo della ragione, negando ai bambini l’opportunità di usarla e coltivarla. E questo avviene in un periodo in cui cè una grande necessità di allargare gli orizzonti della compressione delle altre persone e degli altri gruppi, e in cui la capacità di prendere decisioni ragionate riveste una particolare importanza. Le limitazioni imposte ai bambini sono tanto più gravi in quanto le nuove scuole religiose offrono agli allievi scarse opportunità di coltivare l’uso della scelta ragionata per decidere delle priorità della loro esistenza. Continua a leggere »